Voglio cambiare il mio dominio internet, quello vecchio lo posso abbandonare?

03 Dic 2015

Potrebbe capitare a chiunque di voler cambiare la propria attività. Spesso questo cambiamento, coincide con una modifica della ragione sociale.


Dobbiamo così allineare il dominio internet al nuovo stato.


Dobbiamo cambiare il nome del sito internet, da www.vecchiaragionesociale.it in www.nuovaazienda.com e adeguare le caselle di posta elettronica da nome.cognome@vecchiaragionesociale.it anome.cognome@nuovaazienda.com.


La domanda ricorrente è: “del vecchio dominio cosa me ne faccio?”, la risposta è sintetica: “tenerlo attivo per almeno i prossimi 5 anni, se non per sempre”.


Il motivo? E’ molto semplice: se si abbandona il vecchio dominio, si corre il rischio che questo venga registrato da qualcun altro. Tra tutti coloro che avevano come riferimento il vecchio dominio, sia per il sito internet che per la posta elettronica, ci saranno persone che non hanno aggiornato questi dati e continueranno a spedire e-mail sulle caselle di posta abbandonate.


Se mi mettessi nei panni di un’azienda della concorrenza, cosa potrei fare con il dominio internet abbandonato?


Riattiverei il sito internet per farmi contattare dai “vecchi clienti”: richieste varie, recupero password da utenze dimenticate, messaggi personali, e altro.


Quindi, se si deve fare un cambio di dominio internet consiglio di mantenere attivo anche quello dismesso, per un costo di poche decine di euro all’anno evito di perdere centinaia oppure migliaia di euro.


Ithesia Sistemi Marketing